Comunicati

Published on maggio 13th, 2015 | by Militant

1

Ciao Vincenzo!

L’ultimo saluto al compagno Vincenzo

Concerto di Paolo Sciacca per Vincenzo (24.5.15)

Il compagno Vincenzo Finocchiaro ci ha lasciato il 5 aprile 2015. E’ davvero difficile, per noi che gli siamo stati accanto in tante battaglie, in tante lotte, trovare parole adeguate per descriverne la statura di comunista.
Vincenzo ha dedicato tutta la sua vita al comunismo. La militanza rivoluzionaria per lui non era una cosa tra le tante a cui dedicare il proprio tempo, era la ragione stessa della sua vita, era l’aria che respirava, era ciò che aveva trasformato un proletario che viveva in un quartiere popolare in un formidabile rivoluzionario, esempio per i compagni, soprattutto i giovani, che si avvicinano al comunismo.
Lo ricordiamo sempre attento e presente nel nostro lavoro, con i suoi consigli fermi ed affettuosi, con il suo richiamo costante al marxismo e al leninismo, alla teoria rivoluzionaria ma anche ad un infaticabile lavoro militante, pur in condizioni estremamente difficili, remando controcorrente, contro i revisionismi e gli opportunismi di ogni specie.
Anche nei momenti più gravi della sua malattia il suo pensiero era sempre rivolto ai compagni, alla crescita e alla formazione di una nuova generazione di militanti.
Ricordiamo il suo sorriso quando, fino all’ultimo ci ha detto: “Ci vediamo in sede alla prossima riunione”. Un auspicio e una speranza, ma, soprattutto, il senso di una  vita dedicata al comunismo.
Non dimenticheremo mai i tuoi insegnamenti!
La tua figura di rivoluzionario sarà sempre nei nostri cuori  e nelle nostre lotte!
Un saluto a pugno chiuso, compagno Vincenzo.

Le compagne e i compagni di Red Militant

Martedì 7 aprile presso la Chiesa di San Leone (zona corso indipendenza) ore 15,30 si terranno i funerali del compagno Vincenzo Finocchiaro.
I COMPAGNI SI DANNO APPUNTAMENTO FUORI DALLA CHIESA ATTORNO ALLA BANDIERA ROSSA CHE HA RAPPRESENTATO LA SCELTA CHE HA CATATTERIZZATO TUTTA LA SUA VITA.

Martedì 14 aprile alle ore 17,30 noi lo ricorderemo presso la Sala Cento Fiori (Via Campofranco 89 CT), che è stata anche la sede di tante sue lotte.
Invitiamo i suoi amici e compagni a partecipare per rendere onore a questo comunista andato via lasciandoci tanti insegnamenti frutto di tutta una vita di militanza.

Domenica 24 maggio alle 19.00 presso la Sala 100 fiori (Via Campofranco 89 CT) Red Militant ricorda il compagno Vincenzo Finocchiaro, venuto a mancare il 5 aprile scorso, con un concerto con musiche dal repertorio di chitarra di Bach, Barrios, Download, Rodrigo, Williams e Inti Illimani.
Suoneranno Turi Di Natale e Paolo Sciacca.

Seguirà cena popolare, vi aspettiamo!

Tags: , , ,


About the Author



One Response to Ciao Vincenzo!

  1. Alessio Spataro says:

    Vincenzo Finocchiaro è morto l’altroieri notte a 87 anni. La prima volta che l’ho conosciuto, presentato da Gaetano Ventimiglia, m’ha subito interrogato sul primo segretario del Pci, io ovviamente ero impreparato, ma lui partiva troppo avvantaggiato visto che ha conosciuto e militato insieme ad Amadeo Bordiga. Ex pugile, ex panettiere, ex operaio, mai ex comunista, licenza elementare, laurea in scienze politiche ad honorem rifiutata, Vincenzo raccontava sempre di un leggendario sciopero degli autotrasportatori all’inizio degli anni ’60 in cui bloccarono le cariche dei celerini disponendo gli autobus dell’Amt in modo strategico per le traverse di Via Etnea a Catania. Anni fa Livio Maitan, ridendo, gli disse: “Ancora vivo sei?”. Io l’ho rivisto da poco al cinema a Roma, in veste di attore ed interprete di sé stesso in un premiato film di Edoardo Morabito, “I Fantasmi di San Berillo”. Ricoverato forzatamente da poco in un ospizio dopo una frattura al femore, è riuscito subito a scappare scavalcando da una finestra. Poi riacciuffato, rimesso in un ospizio più pulito dove mesi fa l’ho trovato consapevole e rassegnato (ma seguito e curato), è deceduto ieri notte a seguito dell’ennesima operazione. Sarà ricordato probabilmente male in una chiesa tra qualche giorno. Red Militant organizzerà invece, presto, un’iniziativa più adatta per ricordarlo.

Back to Top ↑