Comunicati kurdos

Published on febbraio 23rd, 2016 | by Militant

0

Contro Erdogan per la libertà dei curdi in lotta!

Da mesi il governo turco, con a capo Erdogan, attacca il popolo curdo impegnato strenuamente contro l’ISIS.
Dopo l’attentato del 10 ottobre 2015 in cui morirono quasi 90 lavoratori, sindacalisti e sostenitori  del popolo curdo, in Turchia un nuovo attentato ha scosso la popolazione. Immediatamente Erdogan ha puntato il dito contro l’Ypg:  «La mano è del Partito dell’Unione Democratica e delle Ypg. Non ci sono dubbi» indicando come immediata ed unica conseguenza la necessità di una azione militare definitiva nei territori curdi. Alla fine l’attentato è stato rivendicato dal gruppo curdo Tak, nato da una branca del Pkk oltre 10 anni fa ed indipendente da questo,che  accusa Erdogan di manipolare la comunità internazionale contro i kurdi e dichiara di aver organizzato l’attacco in risposta alle stragi compiute a Cizre.
A Cizre, città nella zona sud-orientale dela Turchia, l’esercito turco è intervenuto nei primi giorni di febbraio 2016 con quello che diverse organizzazioni internazionali hanno chiamato “geniocidio”.  Centinaia di civili curdi uccisi, pare, anche con armi chimiche vietate.
Erdogan da sempre parla della distruzione del progetto sociale\politico del Rojava (nata su socialisti) come di un obiettivo da conseguire in tempi brevi per la sicurezza della Turchia ed è riuscito a far dichiarare il PKK un’organizzaione terroristica da anche da USA, Europa, NATO e Israele.
Con ogni mezzo sta cercando di giustificare un nuovo e definitivo intervento nei territori curdi, pratica che abbiamo imparato a conoscere con le guerre imperialiste statunitensi.

Non possiamo quindi tacere e lasciare solo il popolo curdo in lotta contro l’ISIS e per il proprio diritto all’autodeterminazione. Le falsità di Erdogan sono presto smascherate, vogliamo l’immediato stop degli interventi militari che stanno colpendo il Kurdistan.

Tags: , , , , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑