Politica Interna no image

Published on maggio 31st, 2012 | by Militant

0

Disastri naturali e terremoti sociali

Un evento drammatico, come il terremoto che ha colpito diversi centri
in Italia nei giorni scorsi, farebbe pensare che non ci sia nulla da
aggiungere alla solidarietà spontanea alle popolazioni colpite. Ma ciò
risponde ad una lettura superficiale dell'evento. Come dimenticare,
infatti, che una parte considerevole delle vittime sono operai,
costretti a tornare al lavoro - malgrado l'evidente rischio di scosse
sismiche devastanti - sotto la minaccia di licenziamento? Oppure che
molti crolli sono stati causati (o aggravati) dalla speculazione di
costruttori in cerca di facili arricchimenti? Tutto ciò si chiamo
profitto, il vero dio che ispira i misfatti dei padroni che mettono a
repentaglio vite umane pur di ottenere i loro scopi, costi quel che
costi.
Ciò avviene in un paese dove il Presidente del Consiglio viene scelto
dalle centrali europee del sistema capitalistico, con l'avallo di
partiti che sono stati ridimensionati in occasione delle recenti
consultazioni elettorali. Il tutto mentre l'astensionismo avanza
(soltanto metà dell'elettorato va a votare) e il voto per Grillo
dimostra l'aumentata sfiducia nelle consuete formazioni politiche che
compongono lo schieramento parlamentare borghese.
Le finte alternative alle forze tradizionali della borghesia (Vendola
in testa) dimostrano sempre più la loro assenza programmatica e il
loro rachitismo politico, mentre le politiche liberiste di Monti
producono un terremoto sociale ben più devastante di quello naturale.
La ghigliottina sulle pensioni, i giovani abbandonati a se stessi,
privi di un futuro dignitoso, l'assalto ai residuali diritti dei
lavoratori, pubblici e privati, dimostrano l'urgenza di intraprendere
un percorso chiaro e netto di contrapposizione al corso disastroso che
avvolge il sistema capitalistico. Costruire una rete di rapporti tra
forze comuniste che si riconoscono nel marxismo-leninismo è
fondamentale, ma anche urgente. Questo è uno dei punti cruciali sui
quali si impegna il nostro collettivo e su cui vogliamo confrontarci
con i compagni e con le realtà organizzate.


    
        
        
    

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑