Comunicati

Published on agosto 17th, 2013 | by max

0

L’imperialismo genera immigrazione

Comunicato-Appello del Partito Comunista sui migranti del 16/08/2013.

CSP- Partito comunista esprime la propria solidarietà militante ai profughi che, attraverso viaggi drammatici e a rischio della vita, stanno sbarcando in Sicilia in questi giorni.

Fame, miseria, guerra spingono, ancor più negli ultimi giorni, tantissimi migranti ad allontanarsi dai loro paesi  per cercare altrove una vita dignitosa.

Le responsabilità di tutto questo sono chiare e vanno denunciate senza mezzi termini: è l’imperialismo USA, NATO e UE (GB e Francia in testa) con l’entità sionista e le petromonarchie saudite e del Qatar, che destabilizza paesi sovrani,  scatena guerre d’aggressione o finanzia squadroni della morte, cerca di instaurare regimi-fantoccio al fine di poterne saccheggiare le risorse (in primo luogo il petrolio), e garantire il perpetuarsi del proprio dominio nelle condizioni drammatiche che si manifestano a causa della crisi generalizzata che affligge il sistema capitalistico.

I paesi africani hanno subito una lunga storia di colonialismo e di imperialismo, di saccheggio e di rovina, non a causa del destino avverso ma di un sistema, quello del capitalismo imperialistico, che produce e perpetua il proprio modo di essere sanguinario e disumano.

Non comprendere questo significa rimuovere le cause di quando sta accadendo, navigare a vista, attivare, nel migliore dei casi, una forma di solidarismo assistenzialistico che non tocca la radice del problema.

Noi comunisti siamo stati in prima fila, a partire dai migranti giunti a Catania, nel garantire piena e concreta solidarietà, respingendo ogni ipotesi che impedisse la libera circolazione dei migranti e il loro pieno diritto a muoversi senza dover essere costretti a conoscere i campi di concentramento legalizzati istituiti dalla legge Turco-Napolitano prima e dalla Bossi-Fini poi.

La Sicilia deve diventare terra di confronto tra culture e d’integrazione tra i popoli. Per fare questo occorre contrastare risolutamente coloro che sono portatori di oppressione e di discriminazione razziale, i governi che li sostengono, gli apparati repressivi che ne tutelano gli interessi. L’intero complesso delle politiche anti-immigrati, la legislazione dell’Unione Europea e dei governi italiani, selettivamente cercano immigrati per le esigenze del capitale, come manodopera a basso costo e facile da manipolare, mentre gettano gli altri nella “pattumiera”. Per noi, i lavoratori e gli oppressi non possano essere divisi tra stranieri e autoctoni, legali e illegali.

Facciamo appello a tutti i sinceri antimperialisti e antirazzisti, a tutti coloro che hanno a cuore le sorti delle popolazioni annichilite dalla perversione di un sistema disumano come quello capitalista, per costruire una rete di lotta e solidarietà che spezzi la subalternità con la politica e la cultura dominanti, per una Sicilia senza CARA, senza MUOS, senza basi militari, che non sia la portaerei del mediterraneo ma  terra di popoli e di pace!!!!

A questo confronto, serio e costruttivo, come CSP-Partito Comunista, siamo disponibili a impegnarci senza riserve, da subito, mettendo in campo la voglia di lottare e di cambiare la società che caratterizza tutti i nostri militanti.


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑