Politica Interna

Published on novembre 14th, 2013 | by Militant

0

OCCUPA, AUTOGESTISCI, COSTRUISCI IL FUTURO

Mangiare, bere, respirare, avere un lavoro ed una casa…

Oggi, nell’ occidente della crisi capitalista, tutti i diritti e tutte le necessità primarie di ogni uomo sono negate.
Le masse sono colpite violentemente dalla risposta anti-crisi della classe dirigente di Europa e Stati Uniti basata sull’estremo sacrificio delle classi sociali più basse per tutelare banchieri e grandi imprenditori; così quella della casa è un’emergenza sempre più evidente.
Aumentano di giorno in giorno i casi di famiglie che, spinte dalla necessità, trovano un tetto grazie alla pratica dell’occupazione di abitazioni sfitte (circa 3 milioni in tutta Italia – dati Sole24ore).
Da sempre indichiamo la via dell’occupazione e dell’autogestione di scuole, università e luoghi di lavoro come una pratica da far propria e collettivizzare il più possibile.
L’obiettivo di tale esperienza è chiaro: autogestire ed occupare vuol dire innanzitutto far capire a quella parte di popolazione che oggi è vittima dello sfruttamento e della crisi capitalista che esiste un modello di vita alternativo libero dagli strumenti di oppressione che sono causa di povertà e disperazione. Non più debiti, affitti e mutui insostenibili, precarietà e orari di lavoro da terzo mondo: dall’organizzazione di comitati di lotta per il diritto alla casa e contro lo sfruttamento, può nascere una speranza concreta in una vita da uomini liberi ed in un progetto reale per la costruzione di un futuro differente da quello oscuro che ci prospettano i nostri governanti.
In secondo luogo l’utilizzo quotidiano di queste pratiche è un messaggio chiaro a chi ci governa e a chi tutela questo sistema di fame e sfruttamento: le masse si stanno coordinando ed organizzando per costruire un mondo nuovo fondato sul rispetto per l’ambiente, di cui l’uomo è parte integrante, e sulla libertà.

Per tali ragioni sosteniamo tutte le occupazioni che sono rivolte a stabilire le basi per un cambiamento radicale di questo sistema socio-economico in direzione socialista e invitiamo all’organizzazione e coordinazione di tutti coloro che ogni giorno subiscono le violenze dello stato, delle banche e del proprio datore di lavoro perché la speranza in un futuro differente nasce dalle lotte che ogni giorno portiamo avanti uniti.

Tags: , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑