Comunicati

Published on dicembre 2nd, 2013 | by Militant

0

Strage di lavoratori a Prato.

Ma per gli sfruttatori muoiono solo sette macchine tessili

“Il sistema capitalistico è l’unico responsabile per la morte dei sette lavoratori cinesi di Prato rimasti coinvolti nell’incendio della fabbrica-dormitorio di abbigliamento”. E’ questa la denuncia dell’organizzazione comunista Red Militant. “Esprimiamo massima solidarietà alle famiglie dei lavoratori e chiamiamo tutti alla lotta contro questa logica padronale di sfruttamento e omicidio in serie”.

CATANIA – I sette lavoratori cinesi di Prato sono stati uccisi da un sistema di sfruttamento selvaggio e da una logica del profitto che vede gli operai come macchine da spremere fino alla “rottura” e quindi da sostituire prontamente. Non un incidente, dunque, l’incendio che domenica 1 dicembre ha distrutto la fabbrica di abbigliamento, uccidendo sette operai di origine cinese, ma l’ennesima strage del sistema capitalistico.
Un sistema – denuncia Red Militant – le cui vittime sono ancora una volta i lavoratori, quasi sempre in nero, sottopagati, costretti a lavorare giorno e notte e quindi a vivere sul posto di lavoro. Nessuna dignità e persino la morte per la classe operaia. Tutto questo per garantire gli utili alle multinazionali e ai padroni delle fabbriche ad esse legate. Lavoratori spremuti come macchine tenute in attività per 15-20 ore al giorno, e costretti a dormire in microscopici loculi, tutto questo per una paga che spesso non supera i 15 euro al giorno.
Né la falsa solidarietà dei politici, di destra e sinistra, con le loro interrogazioni parlamentari, né la demagogia fascista che propone il blocco dell’immigrazione rappresentano una soluzione al problema dello sfruttamento dei lavoratori. Cinesi o italiani che siano.
Ministri e industriali si sono riempiti e si riempiranno la bocca di dolore, sofferenza, prospettive di cambiamento quando noi tutti sappiamo bene che questo stato di cose è stato costruito a tavolino per fornire manodopera quasi gratuita all’industria capitalista in mano ai ricchi soci di chi ha governato e governa questo Paese e l’Europa.
Red Militant, nell’esprimere piena solidarietà e sincera vicinanza alle famiglie delle vittime di Prato, sollecita tutti lavoratori e le lavoratrici a prendere coscienza di quanto si consuma sulla loro pelle e indica nella lotta l’unica via per abbattere lo sfruttamento selvaggio e la sottrazione di ogni forma di dignità. Mai più fabbriche-ghetto, mai più sfruttamento, mai più impunità per chi si arricchisce sfruttando e uccidendo!

02\12\13

Tags: , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑