Approfondimento craxi-in-tribunale

Published on aprile 10th, 2017 | by Militant

0

Sulla necessità economica di “Mani Pulite”

È nostra opinione che una parte del capitalismo finanziario italiano (quella capitalisticamente più attiva del processo produttivo) di fronte all’incalzare dell’attuale crisi economica mondiale, e, in fase successiva, su spinta degli accordi presi a Maastricht dal capitalismo europeo, abbia avuto la necessità di eliminare il parassitismo Tangentopolistico seguito da notevoli tagli di spesa di prima necessità: sanità, riduzione dell’occupazione su tutti i settori della produzione, ristrutturazione, aggiornamento generalizzato della liquidità monetaria attraverso le ultime stangate fiscale, (delle quali si prevede un seguito nell’immediato futuro). Tutte queste misure sono dettate dalla necessità e non dalla volontà: nascono appunto dall’esigenza del rispetto delle ferree leggi di mercato cui il capitalismo mondiale è sottoposto. Attraverso “Mani Pulite”, cui vanno aggiunte le “misure” imposte ai danni della gran massa della popolazione italiana, si deve giungere, secondo la logica capitalistica, a due fondamentali conclusioni: 1) una notevole riduzione dei consumi interni – che favoriscono l’aumento della massa capitale – attraverso un nuovo equilibrio tra importazione ed esportazione; 2) una diminuzione del costo delle merci, inteso come valore di scambio, attraverso il massimo sfruttamento della forza lavoro, e quindi, maggiore concorrenza e competitività nel mercato europeo e internazionale. Naturalmente la logica dello scambio mercantilistico, avente per necessità primaria l’accumulazione capitalistica derivante unicamente dalla estorsione del plusvalore, non esclude altri fattori concomitanti o di sostegno che servono a concorrere alle decisioni cui la borghesia italiana è costretta a ricorrere tramite i propri mezzi e strumenti di oppressione.

Tags: , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑