Politica Interna no image

Published on giugno 6th, 2012 | by Militant

0

Un ultimo saluto a pugno chiuso per Carla Verbano

Ieri, 5 giugno 2012, ci ha lasciati Carla, madre di Valerio Verbano.
Valerio venne ucciso brutalmente da 3 uomini appartenenti ai NAR  (nuclei armati rivoluzionari, gruppo terrorista di estrema destra) in casa sua il 22 febbraio del 1980 a soli 19 anni di età.
La sua uccisione rappresenta ancora oggi una delle pagine più buie di quegli anni di violenza fascista.
Valerio lavorana, in quel periodo, su un dossier sui NAR che raccoglieva importanti testimonianze che inchiodavano volti noti della destra romana (anche istituzionale) ad atti di violenza contro militanti comunisti e contro la collettività tutta nei tanti attentati che in quegli anni avevano insanguinato l’Italia.
Durante una perquisizione in casa sua (avvenuta con la pretestuosa accusa di possesso e costruzione di materiale incendiario) vengono sequestrati, e poi scompariranno “misteriosamente” dalla caserma, i documenti sui NAR.

Dopo la morte di Valerio, Carla, la madre, ha lottato per decenni, fino a ieri, per individuare i colpevoli e i mandanti dell’omicidio del figlio.
Non possiamo non ricordare quindi il suo impegno, da vera antifascista, per la verità e la giustizia che avrebbe dovuto vedere marcire in prigione fascisti e mandanti “importanti”.

Un saluto a pugno chiuso e la promessa che
la lotta al fascismo di ieri e di oggi non si ferma.

ANTIFASCISTI SEMPRE!

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑