Comunicati C_4_articolo_2055569_upiImagepp

Published on luglio 6th, 2014 | by Militant

0

Aggiornamenti su attacco israeliano a Gaza

Il conflitto è formalmente interrotto da una tregua che, come sempre, è fittizia: continuano le attività di espansione di Israele in terra palestinese e gli abusi dell’esercito sulla popolazione araba. La situazione palestinese continua ad essere tragica e ad essere il fulcro dei conflitti in medio-oriente con giochi geopolitici imponenti che hanno ad esempio recentemente portato all’attacco alla Siria (baluardo anti-israeliano). L’attenzione su ciò che accade in quei territori non cala e sempre più forte in noi è la convinzione che solo la solidarietà attiva può aiutare il popolo palestinese a uscire dalla cappa di omertà e violenza che copre la striscia di Gaza e gli altri territori.

17.7.14 -22.25 Iniziato da 20 minuti l’attacco via terra a Gaza. Bombardata la zona nord di Gaza prima da artiglieria e ora da fanteria e unità corazzate. Ancora la scusa dell’attacco ad Hamas per sterminare il popolo palestinese.  I media scaricano la responsabilità su Hamas che ha rifiutato il cessate il fuoco proposto dal Cairo e accettato da Israele; alla base del rifiuto la convinzione del movimento che nessuna tregua ha senso quando da 70 anni Israele stermina e uccide in Palestina.

13.7.14-19.30 Ha avuto luogo il bombardamento sulle aree che ieri sono state oggetto di volantinaggio da parte dell’esercito israeliano che avvertiva la popolazione di abbandonare le proprie case. Rasi quindi al suolo alcuni quartieri di Gaza e i senza tetto aumentano di minuto in minuto.

-12.20 Stamattina ha avuto luogo la prima azione via terra da parte dell’esercito sionista israeliano che ha portato, secondo le fonti israeliane, alla distruzione di un sito di ancio di razzi. Intanto pare che siano 20.000 i civili che hanno abbandonato di corsa le proprie abitazioni minacciate da un attacco che dovrebbe consumarsi in questi minuti (attendiamo aggiornamenti) e preannunciato ieri dall’esercito israeliano. Intanto anche l’Onu fa sapere che il 78% dei morti palestinesi di questi giorni sono civili. Insomma, il sistematico sterminio della popolazione palestinese con la scusa della sicurezza di Israele va avanti. Non scordiamo che i razzi fatti in casa lanciati da Gaza non hanno fatto nemmeno un morto e la maggior parte di essi nemmeno tocca il suolo israeliano in quanto immediatamente abbattuti in volo dalla protezione antimissilistica israeliana che quindi non è in pericolo in alcun modo. D’altronde si cerca di nascondere in ogni modo che il lancio di razzi è l’unica risposta possibile in questo momento alle continue violenze e al perpetuo esproprio di territori ai palestinesi che giornalmente si vedono letteralmente rubare la terra e la casa. La risposta dell’occidente a tutto ciò è inesistente, complice dello stato terrorista ed assassino di Israele.

12-7-14 -21.30 L’esercito israeliano intima la popolazione di alcune zone di Gaza a lasciare le proprie abitazioni in quanto domani quelle aree saranno scenario di guerra. Insomma, secondo quanto annunciato dalla tv Canale 10 domani potrebbe iniziare il conflitto via terra. Ci troviamo forse davanti l’azione conclusiva di Israele che mira a radere al suolo Gaza e sterminare i palestinesi? Non possiamo che sostenere la lotta anti-sionista palestinese e sperare in una risposta della popolazione sotto attacco!

-18.00 Oggi nella mattinata una bomba ha colpito un orfanotrofio a Gaza uccidendo 3 bambine mentre nel pomeriggio un razzo, lanciato da un drone, ha colpito un gruppo di persone provocando 6 morti e 20 feriti. Complice degli israeliani anche l’Italia che produce parte degli armamenti utilizzati dall’esercito sionista che sta provocando, e provoca da decenni, morte e distruzione. ANCORA MASSIMA ATTENZIONE! UNITI COL POPOLO PALESTINESE!

10.7.14 I raid israeliani su Gaza continuano sia dal cielo che dalle navi. Si contano circa 80 morti e centinaia di feriti dalla parte palestinese mentre, come sempre, i razzi lanciati su Israele non hanno fatto alcun ferito. Intanto i media mondiali stravolgono la realtà dei fatti ponendo il conflitto come una legittima difesa di Israele dai razzi lanciati da Gaza ma ormai a questo atteggiamento siamo tristemente abituati. Sappiamo bene che Israele sta lentamente sterminando la popolazione palestinese per invaderne i territori e “fare la volontà di dio” riconquistando la terra santa. L’attenzione non si deve abbassare, le violenze contro i palestinesi sono destinate ad aumentare in questi giorni e il nostro sostegno è indispensabile almeno nell’informare la popolazione mondiale su cosa sta succedendo realmente in quei territori. PALESTINA LIBERA!

8.7.14 Da stanotte Gaza è sotto violento attacco aereo all’interno dell’operazione militare “Bordo protettivo”: più di 50 obiettivi colpiti dalle bombe israeliane e già si contano i danni e i feriti in quella che è una delle aree urbane più popolate e povere al mondo. Insieme alle bombe cadono anche volantini che avvertono i palestinesi “siete responsabili del vostro futuro”, come se esistessero alternative alla lotta mentre l’esercito sionista di Israele ogni giorno ruba terre ai palestinsi con violenze di ogni tipo. Intanto l’esercito annuncia che l’operazione militare non avrà breve durata.

NON ABBASSIAMO L’ATTENZIONE, IL POPOLO PALESTINESE HA BISOGNO DI TUTI NOI PER SMASCHERARE LE VIOLENZE ISRAELIANE!

10356170_905796989435369_1122353645148784415_n

7.7.14 Red Militant lancia il suo grido di rabbia per le violenze che in questi giorni lo stato sionista di Israele sta compiendo a danno, come sempre, della popolazione civile palestinese. Attacchi aerei su Gaza (una delle aree maggiormente abitate del pianeta) e violenze da parte della polizia e dell’esercito: ha fatto il giro del mondo la notizia del 16enne palestinese bruciato vivo e di suo cugino, anche lui un ragazzino, pestato brutalmente dalla polizia israeliana (vedi video sottostante).

I media non fanno altro che descrivere l’attacco israeliano come risposta all’uccisione di alcuni giorni fa di 3 ebrei, senza ricordare che da oltre 70 anni il popolo palestinese è vittima di ogni genere di violenza ed è condannato a lasciare le proprie terre alla forza sionista occupante di Israele. Riproponiamo una cartina geografica che riassume negli anni come Israele si sia espanso illegalmente e con la violenza sui territori palestinesi.

Una sola parola d’ordine: ISRAELE TERRORISTA ED ASSASSINO! SOLIDARIETA’ AL POPOLO PALESTINESE!

10458897_610289755735257_9068423388002701789_n

Tags: , , , , , ,


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑