Politica Estera 602-408-20121129_095512_4C59BE0F

Published on novembre 30th, 2012 | by Militant

0

L’ONU riconosce la Palestina stato osservatore, Israele: “non cambia nulla sul terreno”

L’ONU ha con 138 voti a favore, 9 contro e 41 astensioni ha stabilito l’ingresso della Palestina come “osservatore” alla conferenza delle nazioni unite.

Un passo certamente importante ma che subito si scontra con la violenza e la potenza Israeliana\sionista il cui leader, Netanyahu, commenta: “La decisione dell’Onu non cambia nulla sul terreno. Non farà progredire la creazione di uno Stato palestinese. Al contrario, lo allontanerà”.

Non ci sarà alcuna pace e alcuna tregua finchè non si fermeranno l’espansione delle colonie israeliane in terra palestinese, l’embargo su Gaza, il blocco dell’approvvigionamento idrico ai villaggi, le azioni intimidatorie a suon di mitragliatrice contro pescatori e contadini palestinesi, l’abbattimento degli uliveti fonte di sostentamento dei palestinesi.

La comunità internazionale DEVE muoversi al più presto per fermare tutto questo dopo 60 anni di cecità totale alle violenze israeliane a danno del popolo palestinese.
In questo contesto in cui l’Italia ha votato a favore della risoluzione ONU in questione, Monti ha subito chiamato il caro amico Netanyahu per rassicurarlo del fatto che i rapporti di amicizia tra i due paesi non sono compromessi in alcun modo e che la collaborazione continuerà come sempre (la compravendita di armi da Israele non può certo fermarsi!!).

OGGI PIU’ DI IERI: PALESTINA LIBERA!

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑