Politica Interna

Published on dicembre 14th, 2012 | by Militant

0

Il Papa benedice la promotrice della pena di morte per i gay in Uganda

Interessante la notizia che sta comparendo un pò su tutti i siti d’informazione da ieri e che riguarda quanto avvenuto il 13 dicembre 2012 presso il Vaticano:

il chiarissimo, santissimo, eccellentissimo, eminentissimo, reverendissimo ed altissimo Papa ha incontrato e benedetto tale Rebecca Kadaga. Si tratta della portavoce del parlamento ugandese che il 15 dicembre sosterrà presso il suo parlamento l’approvazione di una legge che intende introdurre il concetto di malattia mentale per l’omosessualità e la pena di morte o l’ergastolo per i gay recidivi.

Questa iniziativa, proposta e bocciata già più volte nel paese, è sostenuta quindi dalla chiesa cattolica da ieri ma anche dalla Chiesa Anglicana Ugandese e della Chiesa Anglicana Americana. Ciò avviene in un paese in cui le violenze sugli omosessuali sono un problema serio e costante ben ignorato dalle autorità.

Peraltro oggi il papa in occasione della giornata della pace afferma che le nozze tra gay sono un pericolo per la giustizia e la pace.

Ma non ci stupiamo di certo e anzi ci complimentiamo per la coerenza ed onestà mostrati nel manifestare con serenità le proprie posizioni in merito alla questione dell’omosessualità; d’altronde 1600 anni di torture e roghi per cancellare dalla faccia della terra “streghe”, scienziati, omosessuali, adulteri ecc. ci aiutano a comprendere quanto questa benedizione alla promotrice di una legge simile sia cosa buona e giusta per la chiesa cattolica e tutti i suoi sostenitori.

Noi d’altra parte continuiamo a sostenere che questa istituzione, sfruttando e sostenendo l’ignoranza e l’ingenuità della gente, rappresenta una delle malattie più terribili che abbiano colpito l’umanità e porti ogni giorno a violenze inaudite contro tutti i più deboli: dalle crociate che portarono a migliaia di morti in nome del buon dio alle guerre di oggi in Africa tra cattolici e altre fazioni religiose, dai bambini vittime dei pedofili i quali sono poi accuratamente protetti dalla chiesa agli omosessuali tacciati di essere malati mentali, dalle donne che fanno uso dell’aborto e che quindi sono delle terribili assassine ai malati che chiedono l’eutanasia e sono degni quindi solo dell’inferno.

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑