Iniziative

Published on febbraio 8th, 2012 | by Militant

0

08\02\12 presidio contro i tagli dei treni notte (stazione c.le CT dalle ore 12,30)

PROMUOVONO: OFFICINA REBELDE CATANIA, COBAS, PRC CATANIA,
GIOVANI COMUNISTI CATANIA, MOVIMENTO STUDENTESCO CATANESE

ADERISCONO: OPEN MIND CATANIA, ARCI CATANIA, FGCI CATANIA,
COLLETTIVO RED MILITANT

foto di “Kiary Riot”

il nostro volantino:

E’ IL MOMENTO DI LOTTARE PER I DIRITTI DI TUTTI I LAVORATORI!

Monti, appoggiato da tutti i partiti in parlamento (PD, PdL, UDC e compagnia), porta avanti riforme massacranti sostenendo che i sacrifici sono l’unico rimedio a questa crisi. Noi crediamo che questa crisi sia la dimostrazione che il capitalismo (fondato sullo sfruttamento dei lavoratori e delle risorse ambientali) ha fallito definitivamente.

Mentre Monti sostiene che il capitalismo è l’unico modello possibile ci costringe a sopportare:

-l’eliminazione forzata di ogni diritto per i lavoratori (l’articolo 18 -scritto col sangue dei lavoratori nelle lotte operaie- è ormai solo un ricordo)
-la precarizzazione del lavoro
-la possibilità dell’eliminazione della cassa integrazione
-i tagli sulle categorie più deboli (pensionati, studenti e precari)
-l’aumento vertiginoso delle tasse per la sanità e l’istruzione
-controlli fiscali sui piccoli negozi mentre i grandi evasori continuano a speculare.
-il rifinanziamento delle missioni militari e delle basi militari americani che costano milioni di euro.

Tutto ciò, affiancato al finanziamento delle grandi banche e delle grandi imprese (che spostano la produzione all’estero) e delle leggi che lasciano più liberi gli imprenditori di assumere e licenziare a proprio piacere i dipendenti, porta alla riduzione sistematica di tutti i servizi essenziali ormai disponibili solo alla classe più ricca.

Oggi siamo qui per denunciare il progressivo isolamento a cui trenitalia ha deciso di sottoporre la Sicilia in nome di un presunto risparmio. Così il sud viene isolato dal resto del paese e decine di ooperai delle ferrovie sono pronti ad andare in cassa integrazione.

La soluzione a tutto ciò esiste: tutti i lavoratori devono diventare coscenti del fatto che lo sfruttamento non è l’unica prospettiva futura. Abbiamo già sopportato abbastanza!

POSSIAMO ALZARE LA TESTA E LOTTARE UNITI (LAVORATORI, STUDENTI E PENSIONATI) PER UN MONDO DIVERSO DOVE A COMANDARE NON SIANO I RICCHI E POTENTI (COME MONTI) MA I LAVORATORI!

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑