Video 1238426525_interviste

Published on aprile 27th, 2012 | by Militant

0

I GIOVANI TRA DROGA E POLITICA: INTERVISTA A BENNA SXE NME (più video)

Il nostro collettivo ha recentemente avuto la fortuna di intervistare Benna Sxe Nme, uno dei leader e cantante dei No More Escape, una band hardcore di Reggio Emilia, il quale ci ha gentilmente esposto le sue posizioni politiche e le sue opinioni riguardanti il rapporto tra i giovani di oggi ed il mondo della politica.

Benna Sxe Nme ha 30 anni compiuti (questa è più o meno l’eta media del gruppo, eccetto il bassista che ha 23 anni), è sposato da quasi 3 anni ed ama la sua famiglia; per tale ragione ha deciso di intraprendere lo stile di vita “straight edge”, una filosofia di vita nata negli anni ’80 negli Stati Uniti ad opera di Ian MacKaye, che respinge l’utilizzo di droghe (sia pesanti che leggere), e biasima il sesso occasionale:<< Voglio essere forte e libero per la mia famiglia, libero da ogni forma di dipendenza >>, afferma Benna, precisando inoltre che segue una dieta vegana, e ricordando come persino gli antichi spartani prediligessero tale regime alimentare.

Nonostante lui ed Enry, l’altro fondatore della band, siano “straight edge”, va detto che ciò non vale per l’intero gruppo musicale che si dimostra, tra l’altro, anche apolitico nei testi prodotti.

Benna, però, dichiara posizioni politiche decisamente antifasciste, poichè a suo avviso non dovrebbero esistere discriminazioni e differenze razziali, e confronta inoltre il rapporto tra droga e giovani con quello politica-giovani, in quanto influenzati dalle medesime dinamiche volte alla disinformazione:<< Il sistema mediatico promuove una certa disinformazione per entrambi i punti, favorendo una relazione epidermica con entrambi gli elementi >>, sostiene il cantante, che continua affermando:<< Sono il monopolio statale ed il capitalismo ad incoraggiare distinzioni inaccettabili tra droghe “legali” ed “illegali”, come alcol e tabacco; così se l’uno vi guadagna, l’altro ottiene un popolo più debole, succube e governabile, in quanto dipendente >>.

Naturalmente il cantante con ciò non intende dire che l’ostacolare esempi positivi da parte dei media sia l’unica causa che rende un popolo più debole e privo di coscienza, è per questo che conclude riferendoci:<< E’ necessario partire da una coscienza individuale per raggiungere una coscienza collettiva, e credo che scegliere di intraprendere uno stile di vita sano e contrapposto alle figure maggiormente pubblicizzate sia al giorno d’oggi un primo gradino verso una coscienza collettiva>>.

Chi intendesse conoscere meglio i No More Escape ed ascoltarne alcuni estratti, può visitare la loro pagina facebook ed il loro sito web www.nomoreescape.net . Il collettivo Red Militant vi consiglia in particolare “Maledetto XVI”, un brano che gioca evidentemente sul nome del papa Benedetto XVI!

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑