Ambiente

Published on novembre 8th, 2012 | by Militant

0

Stop all’inquinamento, siamo al punto di non ritorno

Nell’anno corrente, l’Ente australiano di ricerca CSIRO [The Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation] ha riscontrato i più alti valori concernenti le temperature e la presenza di gas serra nell’atmosfera.

La vegetazione funge da polmone del pianeta assorbendo anidride carbonica e influenzando quindi anche il clima.
Tra le cause del riscaldamento globale vi è quindi la deforestazione che procede senza sosta.
Inoltre le industrie, i mezzi di trasporto, il riscaldamento delle abitazioni sono tra i maggiori produttori di sostanze dannose per l’ambiente e per gli esseri viventi, uomo compreso.
In molti paesi non si effettuano le depurazioni dei residui dei processi industriali, né la raccolta differenziata dei rifiuti né il riciclaggio di essi, e le
discariche sono in preoccupante aumento.

Tutto questo provoca un incremento costante dell’inquinamento del pianeta e un rialzo continuo delle temperature con conseguenze disastrose come lo scioglimento delle calotte polari, per fare un esempio.
Il sistema
capitalista che ci impone questa produzione venefica deve essere fermato. Non servono altre industrie e mezzi di trasporto!

Ci troviamo sul punto di non ritorno, gli equilibri ecologici sono fortemente compromessi, in tanti sostengono che ormai sia troppo tardi e che i danni portati al pianeta sono irrecuperabili. Noi crediamo che il danno fatto può essere almeno arginato, non gettiamo la spugna, un’economia pianificata e un recupero controllato dei parametri fisici e chimici ambientali è possibile se il dio profitto viene finalmente demolito.
C’è bisogno di una “economia verde”
basata sulla decarbonizzazione, produzione di energie rinnovabili e pulite (idroelettrica, eolica, solare, geotermica, derivata dal moto ondoso), utilizzo di materiali riciclabili, recupero degli edifici abbandonati e delle zone malridotte, impiego sostenibile delle risorse, risparmio e assenza di sprechi di ogni genere.

Non permettiamo ai capitalisti, per un loro mero profitto economico, di inquinare, sfruttare, spremere la biosfera a svantaggio della popolazione animale e vegetale globale.


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑