Politica

Published on gennaio 24th, 2012 | by max

0

Libia: Alcuni spunti di riflessione.

Ieri è avvenuta la riconquista della città di Bani Walid da parte dei miliziani fedeli al defunto raìs Muammar Gheddafi. Oggi sulla città, su cui hanno ripreso a sventolare le bandiere verdi della Jamahiria Araba Popolare Socialista, incombono i “democratici” bombardamenti dei jet. Vi propongo un tg RT NEWS antecedente all’intervento “umanitario” occidentale e decisamente dissonate con le “verità rivelate” che ci venivano proposte da TV e Stampa “libere e indipendenti”.

E per finire ecco alcune “efferatezze” con cui il “tirannico dittatore Gheddafi” faceva soffrire il suo popolo, lascio a voi il confronto con l’Italia del massonico Monti.

* PIL pro capite – $ 14.192.
* Indennità di disoccupazione – $ 730.
* Ogni membro della famiglia  riceveva annualmente $ 1,000 di sovvenzioni dallo stato.
* Contributo dello stato per assistenza infermieristica  $ 1.000.
* Per ogni neonato lo stato concedeva  $ 7,000.
* Gli sposi ricevevano $ 64,000 per l’acquisto di appartamenti.
* Tasse e imposte Principali erano proibite.
* Per aprire una propria azienda personale lo stato erogava  $ 20,000.
* Istruzione e assistenza sanitaria erano gratuiti.
* Studiare all’estero era a totale carico dello stato.
* Esistevano negozi speciali per le famiglie numerose con prezzi simbolici per i generi di prima necessità.
* I farmaci erano erogati gratuitamente.
* I prestiti per l’acquisto di un auto o di un appartamento erano senza interessi.
* Servizi di agenzia immobiliare erano vietati,
* L’acquisto di un auto era al 50% a carico dello Stato.
* Nessun pagamento per l’energia elettrica per la popolazione.
* Le vendite e l’uso di alcol erano vietati.
* La benzina costava meno dell’acqua. 1 litro di benzina – $ 0,14. (meno di 10 centesimi di euro).

Tags:


About the Author



Comments are closed.

Back to Top ↑