Iniziative domenico_ct 9

Published on luglio 17th, 2012 | by Militant

1

Contro lo sgombero del palazzo Bernini, contro lo sgombero della dignità

19.6.12 ore 15,30: alcune decine di antirazzisti\antifascisti catanesi si sono dati appuntamento al palazzo per accogliere sindaco e prefetto che hanno ben pensato di non mettere fisicamente la faccia in questa sporca operazione di ghettizzazione dei migranti (vedi sgombero del palazzo delle poste di v.le Africa che ha portato all’istituzione di un campo all’aeroporto Fontanarossa lontano da tutto e tutti) e non farsi vedere.
Si sono presentati, ben scortati, alcuni incamiciati tra cui l’ingegnere del comune responsabile delle operazioni che si è premurato di rasserenare i presenti promettendo case per tutti! La apparentemente ineguagliabile cortesia, già mostrata nel caso sopra citato del palazzo delle poste, non ha convinto minimamente i presenti in quanto, come al solito, cela progetti di deportazione fisica dei migranti in zone sempre più periferiche della città dove è possibile, secondo loro, isolare le fasce più povere del nostro tessuto sociale nascondendo sotto il tappeto il problema della mancata integrazione (voluta e organizzata a tavolino dagli amministratori stessi).

Intanto si dorme ancora per strada, uomini donne e tanti bambini… ora lo possiamo dire anche noi, quando decine di persone si riducono a senza dimora costretti a dormire per strada questo si può forse chiamare “degrado” e uno solo è il responsabile: il sindaco, ottimo rappresentante di un modello sociale ed economico dove chi non può pagare le tasse ed essere sfruttato è solo spazzatura.
Contro lo sfruttamento borghese, per il diritto al lavoro e a una casa per tutti senza distinzione di sesso e razza:
SOLIDARIETA’ AGLI EX-ABITANTI DEL PALAZZO BERNINI CONTRO IL PERPETUARSI DEL RAZZISMO ISTITUZIONALE.

Segnaliamo le iniziative del collettivo Aleph contro lo sgombero:
– Mercoledì 18 luglio, ore 18:00, GIOCHI E ANIMAZIONE
– Mercoledì 18 luglio, ore 20:00, EVENTO MUSICALE

17.6.12 ore 10,45: SGOMBERO IN ATTO DA PARTE DELLE FORZE DEL dis-ORDINE. Si invita a convogliare sul posto per difendere i diritti di tutti gli occupanti.

ore 11,40: la polizia lascia gli edifici dopo aver intimato lo sgombero totale entro 3 giorni, periodo dopo il quale tutti gli ingressi del palazzo saranno sigillati. Per il momento nessun alloggio alternativo offerto agli sgomberati: stanotte si dorme per strada.
Intanto da subito gli operai hanno iniziato a lavoare per murare gli ingressi all’unica casa di circa 100 persone (vedi foto).

Palazzo Bernini: l’esempio di come l’amministrazione comunale di Catania, in testa alla quale c’è il sindaco Stancanelli (rappresentante del PdL nonchè ex membro del Fuan -Fronte Universitario d’Azione Nazionale, gruppo di estrema destra legato al fascismo doc mussoliniano-), gestisce le risorse pubbliche e manipola l’opinione pubblica accollando il degrado della zona alla presenza dei migranti che abitano il palazzo abbandonato.

Catania, città invasa dalla mafia che gestisce ogni aspetto dell’economia locale e svenduta ai politici corrotti di PD, PdL e UDC, soffre di un tasso di disoccupazione preoccupante e di un impoverimento sempre più tangibile dei suoi abitanti nonchè dell’assenza TOTALE di spazi di aggregazione, luoghi gestiti socialmente dove organizzarsi e scambiare esperienze utili alla comunità per uscire dalle quotidiane dinamiche di sfruttamento; ci sembra quindi più che chiaro il perchè di quest’assenza voluta dall’alto.

Sgomberare il palazzo Bernini (costato milioni di euro pubblici ed abbandonato) per lasciarlo vuoto per altri decenni fino all’inevitabile momento dell’abbattimento, vuol dire buttare per strada i suoi abitanti che a quel punto, allora si, vivranno in condizioni peggiori e saranno alla mercé della mala vita.

Priorità oggi non è dare la possibilità alle classi più svantaggiate di sopravvivere in questo paese venduto alle logiche capitaliste dello sfruttamento selvaggio dei lavoratori, bensì organizzarsi per rendere queste persone, vere vittime del sistema attuale, coscienti della propria condizione e capaci di sviluppare assieme un processo di cambiamento in direzione socialista.

OCCUPARE, RAGIONARE ASSIEME E ORGANIZZARE LA LOTTA!

CONTRO RAZZISMO E DISCRIMINAZIONI, PER LA LIBERTA’ DI ORGANIZZARSI!

NO ALLO AGOMBERO DEL PALAZZO BERNINI!

 

Tags:


About the Author



One Response to Contro lo sgombero del palazzo Bernini, contro lo sgombero della dignità

  1. Eleonora says:

    Ancora una volta i migranti vengono discriminati!
    Non sono forse delle persone con dei diritti come ognuno di noi? Non hanno bisogno come noi di vivere dignitosamente potendo mangiare, lavorare ed avere un tetto sopra la testa? Devono forse far crescere per strada i loro figli, solo perchè non appartengono a famiglie italiane?
    Ognuno di noi, senza lavoro nè denaro e senza aiuti dallo stato, andrebbe a vivere in posti come il palazzo Bernini!
    Vi sembrano dei delinquenti questi ragazzi e ragazze delle interviste? Un gruppo di famiglie senza casa, trasferitesi nel palazzo, non interessa alla mafia!
    Io dico che se il comune di Catania per anni abbandona degli edifici all’inevitabile degrado, non c’è motivo per cui questi stessi non possano diventare la casa di qualcuno! Inoltre, se il comune si occupasse di tutte queste persone senza abitazioni, i migranti non avrebbero motivo di andare a vivere negli edifici comprati dal comune e poi inutilizzati!
    E infine, guardiamo in faccia la realtà! Catania è piena di problemi, di edifici mai finiti o abbandonati, di perenni lavori in corso, di carenze di ogni genere! Se il comune ha tempo e denaro, può fare tante opere più urgenti e soprattutto umanamente più corrette, senza buttare in mezzo ad una strada i migranti del palazzo Bernini!

Back to Top ↑